Convegno: Amministrazioni on line: accessibilità, usabilità e servizi

Convegno: Amministrazioni on line: accessibilità, usabilità e servizi

In un incontro promosso da Core, Francesco Tranfaglia ha spiegato come l’accessibilità sia un nuovo ambito ricco di prospettive per le imprese. Gli obblighi di accessibilità per le PA, costringono in primo luogo i fornitori ad aggiornarsi e migliorare la qualità dei propri servizi, e rendono necessari nuovi processo di sviluppo, nuove competenze, formazione interna, coinvolgimento di utenti anche disabili.

Grazia Cesari, del Servizio Sviluppo Applicazioni Informatiche 2, ha ripercorso l’esperienza sul web della Regione Emilia-Romagna, che quest’anno ha festeggiato al COMPA il 10° compleanno del proprio portale. Un percorso che può tracciare la giusta rotta per le amministrazioni più giovani dal punto di vista dell’innovazione: la nascita di ERMES, il portale della Regione, ha visto come conseguenza l’esigenza di indicare della linee guida per  redattori e fornitori di contenuti Web. Oggi sono state aggiornate ai requisiti della legge 4/2004 ed arricchite da una pubblicazione specifica per i redattori (Dar Voce al Web). Il passo successivo è stato di lasciare ai tecnici le questioni di accessibilità, portando il sito web regionale, ed il maggior numero di siti e portali, all’interno di un sistema di Gestione dei Contenuti. Per mantenere la qualità dei propri siti, è stato attivato un sistema di monitoraggio e verifica prima della pubblicazione, integrato con verifiche periodiche da parte di gruppi di disabili di ASPHI.
Quest’anno inoltre, in Emilia Romagna sono nate altre due iniziative importanti per favorire l’accessibilità: la creazione di un gruppo, formato da personale interno, di disabili valutatori di siti e servizi; e l’istituzione di un premio speciale nel concorso “in viaggio”, promosso da alcuni anni dall’URP e rivolto a chi fa comunicazione, nello spirito del “non può esistere comunicazione istituzionale che non sia accessibile a tutti i destinatari”.

Tra gli altri interventi Ennio Paiella di ASPHI (METTERE LINK SOTTO INVECE DELLA SPIEGA), ha presentato il metodo di valutazione soggettiva dei siti.
Vania Pistolozzi, dell’Università di Udine, ha brevemente illustrato i risultati di un monitoraggio di usabilità, che viene svolto su alcuni siti istituzionali italiani, ad oggi esteso anche ad altre nazioni europee. Risultati che mostrano un generale miglioramento della qualità dei siti delle nostre PA centrali.

Al termine del convegno sono stati premiati i migliori siti Web secondo la rivista LabItalia. Tra i premiati:

-    Ministero dell’Economia  e finanze;
-    Regione Emilia-Romagna;
-    Provincia di Milano;
-    Comune di Torino, Comune di Jesi;
-    Enel;
-    Banca Sella;
-    ALMA Mater Studiorum – Università di Bologna
-    Biblioteca Sala Borsa di Bologna;
-    Museo Leonardo da Vinci.

Next Post Previous Post

Comments are closed.