Deyla vs Aruba (Unicredit 3)

Deyla vs Aruba (Unicredit 3)

Riassunto delle puntate precedenti

Aruba mi rinomina una pagina bloccando l’intero sito. Mi accusa di phishing. Dopo numerosi scambi col reparto tecnico che non mi portano a scoprire quale pagina del mio sito facesse phishing, all’improvviso la vicenda si risolve.

La felice e inaspettata conclusione della vicenda…

Dopo questo eterno scambio di email e dopo l’incendio alla server farm di Aruba, ricevo una telefonata da un numero sconosciuto.

E’ l’ufficio legale di Aruba. Temo per il peggio visto la piega che stava prendendo la discussione col reparto tecnico. Invece accade il contrario. Il gentile personaggio dall’altra parte riconosce che ho ragione, completamente ragione. Avevano ricevuto una segnalazione da Unicreditbanca fatta evidentemente in modo superficiale e l’avevano repentinamente elaborata altrettanto superficialmente.

In sostanza avevo ragione al 100% la mia pagina non faceva affatto phishing, erano gli utenti che per sbaglio salvavano i loro preziosissimi dati di accesso sul mio sito. Quindi scuse e offerta di hosting gratuito, che ho ovviamente rifiutato essendo la discussione basata sul principio.

Per la prima volta sono stato sorpreso, e di diritto posso rimettere online la pagina.

E ora tocca ad unicredit

Per ora, visto che sono una persona onesta, elimino i dati di accesso degli utenti, e poi scrivo alla Banca una bella mail dal sito, diffidandoli dal danneggiarmi (ho anche un conto da loro, chissà se diventano sensibili).

Lo scopo di tutta questa rottura?
Garantire il mio diritto a pubblicare quel che voglio a patto che non leda i diritti di nessuno e salvare quei poveri utenti distratti da una home page che si potrebbe progettare meglio…

… adesso scrivo ad Unicredit …

Aggiornamento:

ho appena cencellato i dati dei utenti (erano un bel po’) e scritto alla banca: mai visto un form che viola così la privacy. Per avere un semplice contatto ho dovuto dare non solo tutti i miei dati personali, ma anche ben 2 telefoni…. garanteeee, aiutooooo!!

Next Post Previous Post

Comments are closed.