to be continued!

to be continued!

aggiornamento del costrutivo confronto con automap (vedi puntate precedenti)

Dopo la velata minaccia, l’attacco in piena regola:

“Con la presente la informo che sono state inoltrate alle autorità competenti le varie segnalazioni / denunce
circa l’uso del nostro sito nelle sue pagine attraverso in frameset – iframe senza autorizzazione alcuna da parte nostra.

Se pensa di togliere il sito www.automap.it dal suo sito a breve ci faccia sapere che
ritireremo le varie segnalazioni / denunce

Saluti
…”

Che fare?

Sarebbe molto semplice togliere dall’archivio quel sito, ma è quesitone di libertà. Se io non ledo la tua: devi lasciarmi vivere.
E quindi anche se alzi la voce e fai il duro, non posso cedere alla richiesta!

E mi  devo sacrificare per la povera Apple, produttrice di iphone, perchè anche lei potrebbe venire diffidata per lo stesso motivo per cui Deyla.com viene attaccato, ovvero, che al proprietario del sito non piace, che il sito non venga visto nella sua interezza!

E lo devo fare anche per quei poveri lavoratori di Mountain View, perche anche sui cellulari con Android temo che ci sia lo stesso problema. E che dire di Dell, Asus, ecc. anche sui loro EEPC, tablet ecc, ci sarà lo stesso grave problema lamentato da automap.
Penso che anche Amazon potrebbe subire conseguenze, no sono certo che il Kindle sia auotomap compliant….

Ragazzi, terrò duro solo per voi, per quei milioni di posti di lavoro messi a rischio da questo pericoloso precedente.


Next Post Previous Post

Comments are closed.